La nostra azienda
Il nostro agriturismo!
Vernaccia, Chianti, Connubio...
Vino di Papi e Principi
Un gioiello della toscana
I vini storici di San Gimignano
La vinificazione a Montenidoli
L' oro della toscana
Gli ultimi sciluppi a montenidoli
Dicono di Noi
La citta' delle belle torri
Ricette dalla cucina
Mandate un messaggio
La versione inglese del sito
I Nostri Recapiti: Contattateci

CHI SIAMO

bar

Siamo arrivati a Montenidoli nel 1965, richiamati dalla spiritualità delle Madonne col Bambino su sfondo oro, dipinte da Maestri Senesi del XIII - XIV secolo, opere che trasmettono un messaggio unico al mondo.

Sergio, il Patriarca Elisabetta, Mistress of the Vines

Sergio, il Patriarca, insegnante di molti bambini, spesso difficili, per i quali Montenidoli è stato un nido felice.

Quando presero il volo, rimase la terra, abbandonata, da riportare a nuova vita.

I contadini avevano lasciato questa collina richiamati dalle due grandi guerre e dalle industrie del secolo scorso.

Le vigne erano soffocate dai rovi, gli olivi inselvatichiti.

Elisabetta aveva la terra nel sangue, grazie alla sua famiglia che aveva coltivato vigne e olivi a Custozza, non lontano da Verona fin dal '700, e anche grazie alla sua infanzia, trascorsa nella Valpolicella.

Seguendo la tradizione familiare, la terra è stata rispettata, coltivandola con metodi esclusivamente organici. Lo zolfo e il rame sono le uniche sostanze che usiamo contro i parassiti, solo se veramente necessario, perchè crediamo che la luce del sole e l'aria pulita siano le migliori medicine per rendere le nostre vigne salubri, forti, e resistenti alle malattie e alle intemperie.

I vignei si sono moltiplicati conservando le varietà autoctone: La Vernaccia - il bianco storico di San Gimignano, Sangiovese, Canaiolo, Trebbiano Gentile e Malvasia Bianca - le uve tradizionali del Chianti.

Il nostro primo vino è nato in una grande annata: il 1971.

Ha avuto il privilegio di essere selezionato da Luigi Veronelli in una delle sue prime recensioni.