La nostra azienda
Il nostro agriturismo!
Vernaccia, Chianti, Connubio...
Vino di Papi e Principi
Un gioiello della toscana
I vini storici di San Gimignano
L' oro della toscana
Gli ultimi sciluppi a montenidoli
Dicono di Noi
La citta' delle belle torri
Ricette dalla cucina
Mandate un messaggio
La versione inglese del sito
I Nostri Recapiti: Contattateci

Vinbrusco


Montenidoli Vin Brusco
{short description of image}

Il nome Vin Brusco è nella tradizione di San Gimignano: era il vino bianco che i contadini si procuravano dai filari del Chianti. Quando arrivava la vendemmia si raccoglievano per prime le uve bianche, si pigiavano nel tino e se ne spillavava il mosto fiore per ottenere il Vin Brusco. Solo dopo questa operazione si riprendeva il raccolto con le uve rosse che andavano a mescolarsi con le bucce dei bianchi per fare il vino rosso.

Le uve bianche erano, come da vecchio disciplinare del Chianti, di Trebbiano e di Malvasia Bianca.

Il Trebbiano è il vitigno più tardivo tra i quattro vitigni che si mescolavano nei vigneti del Chianti e quindi più lento a maturare, ma si accettava così perché il tempo del raccolto era unico ed in genere determinato dalla maturazione delle uve rosse. La forte acidità da una parte conservava meglio il vino ma dall’altra lo rendeva proprio “Vin Brusco”.

Dal 1966, cioè da quando la Vernaccia, diventata il primo DOC d’Italia, comincia a raccogliere tutte le attenzioni dei Sangimignanesi e del mercato, il Vin Brusco viene messo in secondo ordine e presto dimenticato.

Dal 1978 a Montenidoli torna in vita questo vino bianco, macerato al freddo, vinificato a temperatura controllata e lasciato sui suoi lieviti fino al momento della messa in bottiglia, col nome di VINBRUSCO.

Il VINBRUSCO di Montenidoli avrà molti estimatori: primo tra tutti Franco Colombani che lo offriva anno dopo anno nel suo Ristorante Il Sole di Maleo e che lo aveva scelto per accompagnare i suoi menu storici.

GLI ABBINAMENTI: salumi ed affettati vari pesce in scatola: tonno, sardine, acciughe, antipasti vari di pesce, carni o verdure, funghi, asparagi bianchi, cervella, animelle, coniglio. Ottimo compagno dello zafferano e di piatti della cucina orientale.